Recupero energetico sul processo di essiccazione in una azienda chimica

Manica spa, Rovereto TN, 2009

La società Manica spa, già presentata in precedenza, produce un fitofarmaco, che, elaborato in fase acquosa, viene prima concentrato e poi, tramite filtri pressa, portato a consistenza pastosa. Successivamente, tramite un impianto di essiccazione dedicato, ridotto allo stato secco e pulverulento prima di essere confezionato e stoccato. Nell’impianto di essiccazione viene utilizzato gas metano per riscaldare aria ad una temperatura di circa 300°C, la quale, una volta completato il ciclo di essiccazione, viene espulsa in atmosfera ad una temperatura di 180°C.

economizzatore per industria chimica

ECONOMIZZATORE MANICA

Dopo attenta valutazione dei parametri operativi e dei consumi energetici correlati, abbiamo installato un sistema di recupero energetico, di cui trovate lo schema di flusso di seguito, che recuperando parte del calore, prima ceduto gratuitamente all’ambiente, preriscalda l’aria di processo, limitando cosi, di conseguenza, il consumo specifico di gas metano. L’impianto ha percepito un finanziamento a fondo perduto del 30%, sulle spese ammissibili, da parte della Provincia.

Alcuni dati di funzionamento:
  • Portata gas caldi : 10.800 kg/h da 180 a 100 °C;
  • Portata aria essiccatoio 12.280 kg/h da 65 a 92°C;
  • Calore medio recuperato nel ciclo 295.000 kcal/h;
  • Tempo di rientro del capitale 24 mesi.
  • Redditività dell'investimento: 50%

siamo sempre a disposizione per chiarire i vostri dubbi o per fissare un appuntamento, non esitate a contattarci